Category Archives: Andrea Delfini

Serata di Gusto a Villa Crespi per il Board of Directors del NIAF

niaf2

Da Sinistra, Davide Rafanelli, Roberto Bava, Antonino Cannavacciuolo, Andrea Delfini, Joseph Del Raso, John Viola, Paolo Catalfamo

Ieri sera, nella splendida location di Villa Crespi sul Lago d’Orta, una serata di gusto per i membri del Board of Directors del NIAF – Nation Italian American Foundation -  alla quale Blastness ha partecipato con il presidente per il Turismo, l’Arte e la Cultura NIAF Italia Andrea Delfini.

Con i piatti dello chef e noto personaggio televisivo Antonino Cannavacciuolo ed i vini Bava si sono festeggiati i 40 anni di NIAF, associazione che promuove la storia, la lingua e la cultura dell’Italia negli Stati Uniti mantenendo vivo  il ricchissimo patrimonio dei valori e delle tradizioni italiani, e rappresenta il punto di riferimento per 27 milioni di Italo-Americani residenti negli States. NIAF Italia nasce invece nel 2011 con l’obiettivo principale di rafforzare i rapporti economici e le sinergie comuni tra i mercati dei due Paesi, incrementando le missioni imprenditoriali dei professionisti italiani nel mercato statunitense e portando l’eccellenza del Made in Italy – non solo moda e design, ma anche tecnologia e ricerca – oltre oceano.

La Concept Dinner “Napoli in Piemonte”, sponsorizzata da NERO Hotels, ha visto protagonisti otto piatti della tradizione partenopea, dalla pizzaiola ai friggitelli, dai paccheri di Gragnano alla sfogliatella, rivisitati dallo Chef Cannavacciuolo ed accompagnati dalla degustazione di sei tra spumanti e vini piemontesi Bava, il tutto presentato su un menu di classe, stampato in sole 40 copie numerate ed autografate dallo Chef.

 

La cena a Villa Crespi è stata soltanto una delle esclusive esperienze che in questi giorni i membri del Board of Directors del NIAF stanno vivendo nella loro “Mission to Italy” : una settimana di scoperte, eventi ed incontri che ha fatto tappa all’EXPO, alla Regione Lombardia – dove il Board ha incontrato il Governatore Roberto Maroni -, alla Pinacoteca Ambrosiana, al Duomo di Milano – di cui il NIAF ha adottato la guglia dedicata alla “Madre dei Migranti” -, al Teatro alla Scala per assistere alla “Tosca”, e toccherà ancora le meraviglie del Lago Maggiore e del Lago d’Orta.