Nuovo servizio Blastness: We-B, quando “la chiacchiera” conta

we-b_newsroom1

Come scoprire la reale percezione (buzz e sentiment) che i clienti in rete hanno di un hotel o di un’azienda? Come amplificare la propria comunicazione  in rete e su tutti i media?  Come interagire con chi pubblica informazioni sulla propria struttura ? E come riuscire a indirizzare gusti e scelte di customers acquisiti e potenziali? La soluzione viene dal nuovo servizio di Blastness Distribution: We-B che consente di analizzare semanticamente grandi volumi di dati provenienti da blog, forum, social network e siti di informazione. Ma non solo

Davide Deponti

«Le nuove prospettive 2.0 del web ci portano a guardare con sempre maggiore attenzione al modo in cui l’utente si rapporta al brand e viceversa»; l’hotel grazie a We-B è in grado di verificare se la percezione che il cliente ha dell’hotel è simile a quella che l’albergo comunica come strategia non solo commerciale ma anche di identity, spiega Cristina Raso, web marketing manager per Blastness (www.blastness.com), azienda leader nella fornitura di alta tecnologia, servizi e consulenza per lo sviluppo del business delle aziende alberghiere. «Oggi le persone hanno almeno due identità, fisica e virtuale, ed esprimono le proprie idee contribuendo alla creazione di contenuti on line per lo più non moderabili. Da user, l’utente diventa quindi anche prosumer. Da qui nasce la necessità sempre più importante di seguire il buzz, ovvero il “chiacchericcio” dei navigatori». Dalle parole di Cristina si capisce bene come sia fondamentale, per esempio, per una struttura turistica, avere la corretta percezione della valutazione del soggiorno che l’ospite   pubblica attraverso i vari social network e più in generale nei luoghi della rete . «È necessario comprendere il peso che ogni citazione ha sul web», prosegue Cristina Raso, «dall’analisi semantica dei contenuti in rete, dal loro sentiment e dall’analisi comparativa, si può presidiare la rete, far nascere occasioni, e trarre spunti per informare e catturare l’interesse delle persone». La nuova sfida per un’azienda è quindi essere presente nel modo giusto in rete, avere il polso esatto della percezione del proprio pubblico
intercettando i differenti bisogni professionali, familiari, relativi a tempo libero e relax. La forza di We-B è proprio il suo motore semantico che consente di raccogliere, selezionare ed interpretare il significato di grandi volumi di dati provenienti dal web, in particolare da blog, forum, social network e siti di informazione. Lavorando sul web in questa modalità è possibile anche individuare e analizzare il vero “buzz” (quanto si parla) degli internauti, oltre al sentiment (come si parla) online. E si può farlo quasi in tempo reale  sempre grazie alle capacità della piattaforma.

A chi serve  We-B e come funziona

I moduli che compongono We-B  sono in breve: Digital Press Release, Sentiment Analysis, Article Marketing & Social Networking.

Come Digital Press Release si intende l’utilizzo della piattaforma on-line di raccolta e gestione interattiva delle “clip” (porzioni di testo in cui il brand/hotel viene citato in rete) su oltre 3 milioni di fonti social, 50.000 siti d’informazione e oltre 500 tra quotidiani e periodici cartacei. I dati raccolti nella piattaforma sono filtrabili per data, periodo, tipologia di fonte, lingua etc. Ogni “clip” intercettata potrà essere verificata e letta direttamente alla sorgente, e se la fonte lo consente, sarà possibile presidiare il contenuto in cui il nostro brand/hotel è stato citato commentando e/o rispondendo (per. Es su facebook, su un forum di viaggi, su un blog a tema)

La piattaforma inoltre consente di verificare nel tempo l’andamento del volume di citazioni, tenendo sotto controllo la propria reputazione on line

Per Sentiment Analysis si intende il modulo che si occupa di analizzare in chiave semantica le  “clip” raccolte tramite la piattaforma di Digital Press Release. Questo modulo è in grado, attraverso algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale,  di “comprendere” e di interpretare i contenuti per poterli poi classificare secondo i parametri e gli “argomenti” desiderati. Le clip raccolte vengono, ad esempio, organizzate e interpretate dal sistema assegnando il “sentiment” positivo, negativo o neutro nei confronti della struttura contenuto in ogni “clip”. La piattaforma infatti è in grado di differenziare e comprendere, in tempo reale ogni singola porzione di testo in cui l’hotel è citato.

Oltre all’analisi, il sistema organizza le “clip” in modo strutturato consentendo di vedere velocemente tutte le citazioni sulla nostra struttura: la reputazione non passa solo da Facebook, Tripadivor e Booking.com, potremmo infatti scoprire che un utente  all’interno di un blog o di un forum comunica il “sentiment” verso la nostra struttura.

Inoltre, in aggiunta all’analisi semantica dei contenuti in rete, la piattaforma consente di comparare le “clip” del nostro hotel con hotels competitors. Tale modulo quindi consente di verificare punti di forza e di debolezza dei competitor, attività, rumors e eventi che strutture sulla stessa destinazione mettono in atto.

Per Article Marketing & Social Networking, si intendono i moduli di We-B più avvicinabili ad un ufficio stampa 2.0. Redazione e ottimizzazione di contenuti per conto dell’hotel, distribuzione su i Consumer Generated Media (blog, forum, social network, portali, maintsream, newsgroup ecc.), utilizzando i linguaggi adatti ad ogni singolo luogo, configurazione ed ottimizzazione dei profili sociali della struttura e attività di formazione sui social media.

Share This

Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld